Brochure 2024

Sbocchi occupazionali

Brochure 2024

Obiettivi

Materiali e requisiti

Attestati

Gli step

Brochure 2024

Programma didattico

I docenti

Socio, co-fondatore e amministratore di Woki Srl, società leader nel settore degli eventi street food in Italia con il marchio Eatinero.
Laureato in Lettere Moderne - indirizzo in Linguaggi della Comunicazione - all’Università Cattolica di Milano, Giancarlo Contieri ha esordito professionalmente come giornalista della stampa b2b nel mondo della ristorazione e ha poi sviluppato la propria formazione nel campo del marketing e della comunicazione, frequentando l’executive master in Social Media Manager e Digital Marketing Specialist all’Università IULM di Milano.
Oggi si occupa dell’amministrazione e dello sviluppo del marchio Eatinero, attivo nell’organizzazione di eventi pubblici e privati con food truck, e della piattaforma Eatinero.it, primo portale italiano per la ricerca e la prenotazione online di food truck per catering. Al suo interno ricopre anche ruoli operativi nel campo del marketing, della comunicazione e dell’advertising digitale.
Con il marchio Eatinero, fondato nel 2014, ha seguito e il mercato dello street food di qualità - e dei food truck in particolare - sin dai suoi esordi, seguendone gli sviluppi e anticipando le tendenze e oggi rappresenta uno dei maggiori conoscitori del settore.

Paola Merigo ha 39 anni, abita in Franciacorta e lavora tra Milano e Brescia. È laureata in Lettere e Filosofia presso l'Università Cattolica, con indirizzo in Organizzazione e Produzione di Eventi Culturali, e ha conseguito un Executive Master in Social Media Marketing & Web Communication presso la Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM.
Co-fondatrice e amministratrice di Woki S.r.l. e del brand Eatinero.it, il primo portale italiano di prenotazione online di food truck per catering e organizzatore di eventi street food, è specializzata nella produzione di eventi pubblici e aziendali, con una solida competenza nella comunicazione digitale. Ha maturato esperienza sia come freelance che in agenzia e in azienda, ricoprendo ruoli di event manager e social media manager, gestendo professionalmente tutte le fasi della produzione di eventi, dalla concezione alla comunicazione.
Dal 2018, si dedica a tempo pieno alla sua attività imprenditoriale, fondata nel 2014, che è cresciuta fino a diventare una delle principali realtà nel mondo dello street food. Grazie alla sua versatilità, ha ideato e sviluppato numerosi format di successo, contribuendo al consolidamento di un portfolio diversificato e innovativo.
Con una passione per la creazione di esperienze indimenticabili attraverso eventi e comunicazione digitale, il suo obiettivo è contribuire al successo di progetti unici e coinvolgenti. Amministra il marchio Eatinero e l'azienda Woki S.r.l., occupandosi della produzione di eventi e dell'ideazione di nuovi format.

Korean Food Chef, Korean Food Consultant e Owner chef Lee’s Korean Street Food-BIKIKI. Nata nel 1967 a Seul, in Corea del Sud e dopo essersi sposata nel 1990, si trasferisce a Milano. Dal 1997 fino al 2009 ha lavorato come capoufficio presso Centro Ricerche Culturali fra Corea e Italia (CRICCI). Successivamente per lo scopo di promuovere e divulgare la cultura culinaria coreana ha aperto il ristorante coreano Lee’s Nagrin nel 2009 e l’ha diretto da chef fino al 2022. Ha tenuto la lezione della cucina coreana presso Food Genius Academy di Milano e ha partecipato al programma TV “Cuochi d’Italia” nel 2019.

La sua cucina è basata sulla cultura culinaria di Seul e della regione di Gyeonggi, cucina che sottolinea il gusto e il sapore naturale degli ingredienti, rispettando le ricette tradizionali senza condimenti chimici. Nella sua cucina cerca sempre di proporre piatti sani e salutari, tenendo sempre presente un detto coreano: “ Il cibo è la medicina”.

Negli ultimi anni sta ultimando il suo libro di cucina coreana per diffonderne la sua eccellenza approfondendo diversi aspetti tra cui la tecnica di fermentazione e inserendo anche le ricette di 52 tipi di kimchi. Attualmente gestisce una gastronomia coerana d’asporto “Lee's Korean Street Food-BIKIKI” .

Nata a Brunico si sposta dalle montagne incontaminate alla metropoli di Milano fino ad approdare in Franciacorta.
Amante del vino, certificata AIS, buona forchetta, attestata dalla nascita.
Con oltre 10 anni di esperienza come consulente in Digital Marketing per il settore Food&Wine, Cristina ha conseguito un Master in Comunicazione Digitale e ha un background di studi universitari in Mercati dell'Arte e Turismo.
Ha collaborato con numerose aziende e agenzie di comunicazione, contribuendo a definire strategie di marketing efficaci per il settore Food&Wine.

Siciliana DOC e amante dei social network, Alba fonda il suo blog Vasa Vasa Kitchen trainata dalla passione per i dolci e per il buon cibo. Dopo essersi specializzata in marketing, consegue il titolo di pasticciera. Oggi collabora con molte aziende nel settore food, realizzando per loro ricette esclusive.

Valentina Zaniboni, in arte The Adhd Organizer, Professional Food and Kitchen Organizer.
Nasce tra pentoloni, mestoli e farina, figlia di tre generazioni di ristoratori impara l'arte della cucina e della ristorazione e la unisce in modo indissolubile a quella dell'organizzazione aziendale e dei trasporti internazionali. Adhd nel DNA, impara e studia le tecniche di pianificazione e gestione delle cucine professionali per aiutare chi ha necessità differenti di vivere la cucina. Crede fermamente che l'ordine e l'organizzazione siano gli strumenti per poter sviluppare creatività e trovare la chiave di lettura di una cucina anche per neuro divergenti. Perchè se non è inclusiva non può essere completa!

originario di Callao in Perù , stabilito a Bassano del Grappa da 24 anni.Diplomato presso l’accademia delle professioni D.I.E.F.F.E nell’ anno 2017 come beersommelier , inizio il
mio percorso nella gestione manageriale di un Pub\ birrificio nella piccola Aosta, collaborando con i più
importanti birrifici della scena italiana e non come Canediguerra, Brewfist ,Birra Elvo, Birra120, De Glazen
Toren, per citarne alcuni.
Dopo varie esperienze in giro per il nord Italia , consacro il mio percorso diventando Maitrè di Sala in Alta
Badia gestendo la parte birra\food\vino del Hotel Lech da Sompunt .

Ho fatto della Birra artigianale , prima la mia passione e poi il mio lavoro, con la sempre più voglia di
conoscere stili uguali , ma con impronte diverse, stili sconosciuti , vecchi e nuovi, ascoltando e imparando
da chi , con il mondo brassicolo, ci è nato e ne sta facendo la storia.

appassionato di birra da svariati anni è coautore dell’Atlante dei
Birrifici Italiani e della recente guida “Turismo Birrario, guida per Viaggiatori in Fermento”,
docente di degustazione per l’ITS Agroalimentare per il Piemonte e in svariati altri corsi,
collaboratore di “Birra Nostra Magazine” e “Fermento Birra Magazine”, direttore del
Concorso Internazionale “IGA Beer Challenge” e giudice in concorsi brassicoli
internazionali.

.

Tra i fondatori e birraio del birrificio artigianale Birra 100Venti. Biersomellier Doemens Akademie, General Certificate in Brewing e studente Diploma in Brewing presso Insititute of Brewing and Distilling di Londra..

Liliana D'Urso, nata a Venaria Reale e vissuta Torino, ha intrapreso il suo viaggio culinario presso l'Istituto Alberghiero di Torino, dove ha conseguito il diploma. La sua iniziale passione per la cucina ha subito una svolta quando ha scoperto nuovi interessi nel mondo della moda e dell'arte, che hanno ulteriormente affinato la sua creatività. Questa evoluzione ha portato a un temporaneo cambio di carriera, ma non ha sopito il suo amore per la gastronomia.
La svolta è arrivata quando ha incontrato uno chef che l'ha riportata nel mondo della ristorazione, rinnovando la sua dedizione per l'arte culinaria. Quell'incontro, avvenuto quasi due decenni fa, ha segnato l'inizio di una nuova fase della sua vita. Oggi, Lilli non solo ha sposato quell'uomo, ma insieme hanno costruito una famiglia con tre figli e hanno sviluppato competenze significative nella gestione di eventi e catering.
Con una combinazione unica di sensibilità artistica e competenza culinaria, assieme al team di Dalì formazione, Lilli è in grado di creare piatti che sono non solo visivamente accattivanti ma anche gastronomicamente innovativi.
La sua capacità di fondere estetica e sapore ha dato vita ad un nuovo percorso, quello dei lievitati, attingendo dal back ground di mamma Giovanna ha iniziato ad interpretare le classiche teglie di pizza della domenica in proposte culinarie che catturano l'essenza della sua esperienza e della sua passione.
Questo approccio olistico alla cucina non solo ha arricchito la sua vita professionale, ma ha anche dato la possibilità di iniziare ad erogare formazione amatoriale per i neofiti e appassionati del mondo dei lievitati.
L'impegno nel suo mestiere è un esempio di come la passione, quando alimentata da esperienze e incontri significativi, possa fiorire in una carriera di successo. La sua storia è un promemoria che il percorso professionale di una persona può prendere molte direzioni, ma con dedizione si possono raggiungere gli obiettivi desiderati.

Figlio d’arte, specializzato in Enologia e Viticoltura. Studi universitari in Economia aziendale con specializzazione in Marketing dei prodotti Vitivinicoli.
Consulente enologico con esperienza pluriennale maturata in diverse realtà produttive (Feudi di San Gregorio, Amastuola, Tinazzi, ecc.). Docenze universitarie nei corsi di approfondimento su diverse tematiche enologiche. Esperto di
laboratorio analisi sui vini e sulle uve, ha collaborato per 5 anni con l’Istituto Sper. Di Vitic. Di Conegliano Veneto (Dir. Prof. A.
Calò) e con l’Istituto Sper. Di Enologia di Asti (Dir. Prof. R. Di Stefano).
Relatore in diversi seminari tecnici su tematiche enologiche.
Fondatore e amministratore unico di Offwine.

Cuoco antispreco, aiuta il sistema ristorativo, proponendo un modello dove la sostenibilità comincia dalle persone, attraverso social, media e lezioni  cerco di sensibilizzare le persone ad azzerare lo spreco alimentare, e a seguire abitudini sane per il pianeta.

Nel 2010 Premio come miglior Chef Pasticcere per la Guida Identità Golose, nel 2011 per Guida ai Ristoranti d’Italia de Il Sole 24 Ore, nel 2012 riceve il premio come Miglior Chef Under 30 dalla Guida Identità Golose.
Il 2019 premio come Miglior Tavola di Milano durante l’evento Golosaria. Agli Awards 2019 di Food & Travel  Italia nominato Chef emergente dell’anno, grazie alla sua cucina attenta all’ambiente ed ecosostenibile. Per lo stesso motivo,  riceve il premio Weekend Premium 2019. Migliore tavola dei dessert nella guida 100 di Milano 2019. Premio alla Formazione e Cultura Gastronomica attribuito da FoodCommunity nel 2019
All’interno della guida Michelin 2020, il ristorante Tre Cristi Milano viene menzionato solo dopo appena un anno come Cucina di Qualità.

Export Manager di Rummo, lavora nel FMCG da più di 25 anni, con una consolidata esperienza maturata in diversi ruoli, merceologie e contesti aziendali sia di multinazionale che padronali. Da più di 15 anni si occupa dello sviluppo delle strategie commerciali in contesti internazionali.

Esperienza pluriennale come International Marketing Manager, in multinazionali come Bauli Group, Paulani Spa e Bottega Spa.

Ingegnere Informatico ed esperto di linguaggi di programmazione ASP
Ha  acquisito negli anni una grande esperienza nel gestire piccoli team di persone sia a livello di interazione di gruppo, di condivisione di risultati e focalizzazione di obbiettivi.
Dal 2012 lavora come Project Manager presso INSIDE SRL azienda specializzata nei settori Office Automation, Information Technology ed Impianti Speciali.
Dal 2020 collabora  come consulente di progetto presso Ma-Vi trade srl nella realizzazione di progetti e-shop e web site.

Laureata in Economia e Commercio all’Università di Parma con una tesi di ricerca in Economia degli enti pubblici, ha poi sviluppato la sua attività professionale nelle aziende private del tessuto industriale locale sviluppando una carriera sia trasversale con incarichi tecnici, amministrativi e commerciali, sia più specificamente orientata allo sviluppo delle strategie di approccio dei mercati internazionali per i prodotti di consumo connotati dall’ingegno e dalla tradizione italiana (arredamento, design, alimentari) e al servizio post vendita.
Da sempre appassionata alle eccellenze agroalimentari Made in Italy, ha collaborato negli anni a diversi progetti di internazionalizzazione che hanno visto coinvolte realtà italiane locali e non.

Documento generato in data 16/07/2024 le informazioni aggiornate sul percorso formativo sono disponibili online a questo link: https://italianfoodacademy.com/brochure-2024/
it_IT

L’eccellenza da oggi conviene di più

Grazie al Bonus Chef puoi ottenere un credito fino ad un massimo di 6.000 euro per le spese sostenute nel 2021 e 2022 per la tua formazione professionale.  

Dal 27 febbraio 2023 sarà possibile presentare domanda al Ministero delle Imprese e del Made in Italy per il Bonus Chef.

CHE COS’É?

Il Bonus Chef 2023 consiste in un credito d’imposta del 40% (fino ad un massimo di 6.000 euro) riconosciuto sulle spese legate al settore della ristorazione a favore dei soggetti esercenti l’attività di cuoco professionista presso alberghi e ristoranti.

PER OTTENERE IL BONUS:

– bisogna aver sostenuto, tra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2022, una o più delle spese ritenute ammissibili al beneficio

– si deve essere residenti o stabiliti del territorio dello Stato;

– i soggetti richiedenti devono essere nel pieno godimento dei diritti civili.

LE SPESE AMMISSIBILI:

– Acquisto di beni strumentali durevoli (macchinari di classe energetica elevata per la conservazione, la lavorazione, la trasformazione e la cottura dei prodotti alimentari, strumenti e attrezzature professionali per la ristorazione)

– Partecipazione a corsi di aggiornamento professionale.

COME FUNZIONA IL BONUS CHEF 2023

Il credito del 40% è utilizzabile in compensazione mediante F24, che andrà presentato all’Agenzia delle Entrate. Il credito è esente da IRPEF e IRAP. 

È possibile, inoltre, la cessione del credito con il trasferimento dell’agevolazione ad altri soggetti, compresi gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari. 

💬 Serve aiuto?