Logo IFA

Corso di specializzazione in Cucina Molecolare e legislazione alimentare

APPRENDI LE TECNICHE MOLECOLARI PER L’ALTA CUCINA

La cucina molecolare, partendo dall’osservazione del comportamento molecolare dei cibi durante la preparazione, permette di trasformare la struttura molecolare degli alimenti durante la loro preparazione, senza sostanze chimiche additive. Il segreto della cucina molecolare consiste nel rivisitare i classici metodi di cottura per creare nuovi sapori e migliorare i piatti dal punto di vista gastronomico e estetico.

Il Corso di Specializzazione in Cucina molecolare IFA è un’esperienza formativa full-immersion che ti insegnerà tecniche base e avanzate di cottura.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI

Gli sbocchi occupazionali sono principalmente nell’alta cucina, per la realizzazione di piatti gourmet, con spume ed emulsioni.

Corso di specializzazione in Cucina Molecolare e legislazione alimentare

OBIETTIVI

Introdurre i partecipanti ai principi fondamentali della cucina molecolare, familiarizzare i partecipanti con gli strumenti e le attrezzature specializzate utilizzate nella cucina molecolare, come centrifughe, sifoni, bagni ad immersione e agenti gelificanti e con le principali tecniche di trasformazione della materia prima. Saranno inoltre affrontate le principali tematiche della legislazione alimentare come l'etichettatura, l'haccp, e la legislazione sanitaria.

MATERIALI E REQUISITI

È necessario aver conseguito il Diploma di Scuola Superiore (Istituto Alberghiero) o aver maturato esperienze precedenti nel settore.

ATTESTATI

Certificato HACCP di 3° Livello

Attestato privato di frequenza al Corso

GLI STEP

PROPEDEUTICA: studio su testi e piattaforma online; Corso online di 20 ore finalizzato al rilascio del Certificato HACCP di 3° livello;

FASE D'AULA: 24 ore di full immersion in laboratorio a Milano o a Roma; 12 ore in live streaming sulla legislazione alimentare.

ORIENTAMENTO PROFESSIONALE: Rielaborazione e divulgazione del curriculum nella regione di residenza.

Corso di specializzazione in Cucina Molecolare e legislazione alimentare

PROGRAMMA DIDATTICO

  • Scienze molecolari e analisi sensoriale
  • Utilizzo del sifone a N2O
  • Le gelatine
  • Creazione delle spume
  • Sferificazione
  • Emulsioni
  • Sottovuoto
  • Le spugne
  • Essiccazione
  • Topping termoresistenti per pizza e panificazione

 

CENNI DI LEGISLAZIONE E ASPETTI ECONOMICI

  • Sicurezza sui luoghi di lavoro
  • Cenni di legislazione sanitaria
  • Normativa haccp
  • Cenni sulla normativa sull’etichettatura dei prodotti
    alimentari
  • Cenni sulla normativa sugli imballaggi alimentari
  • Cenni sulla normativa sullo smaltimento dei rifiuti
    alimentari
  • Cenni di diritto amministrativo

Ad ogni allievo saranno forniti i libri di testo e un ricettario.

 

I DOCENTI

Liliana D'Urso, nata a Venaria Reale e vissuta Torino, ha intrapreso il suo viaggio culinario presso l'Istituto Alberghiero di Torino, dove ha conseguito il diploma. La sua iniziale passione per la cucina ha subito una svolta quando ha scoperto nuovi interessi nel mondo della moda e dell'arte, che hanno ulteriormente affinato la sua creatività. Questa evoluzione ha portato a un temporaneo cambio di carriera, ma non ha sopito il suo amore per la gastronomia.
La svolta è arrivata quando ha incontrato uno chef che l'ha riportata nel mondo della ristorazione, rinnovando la sua dedizione per l'arte culinaria. Quell'incontro, avvenuto quasi due decenni fa, ha segnato l'inizio di una nuova fase della sua vita. Oggi, Lilli non solo ha sposato quell'uomo, ma insieme hanno costruito una famiglia con tre figli e hanno sviluppato competenze significative nella gestione di eventi e catering.
Con una combinazione unica di sensibilità artistica e competenza culinaria, assieme al team di Dalì formazione, Lilli è in grado di creare piatti che sono non solo visivamente accattivanti ma anche gastronomicamente innovativi.
La sua capacità di fondere estetica e sapore ha dato vita ad un nuovo percorso, quello dei lievitati, attingendo dal back ground di mamma Giovanna ha iniziato ad interpretare le classiche teglie di pizza della domenica in proposte culinarie che catturano l'essenza della sua esperienza e della sua passione.
Questo approccio olistico alla cucina non solo ha arricchito la sua vita professionale, ma ha anche dato la possibilità di iniziare ad erogare formazione amatoriale per i neofiti e appassionati del mondo dei lievitati.
L'impegno nel suo mestiere è un esempio di come la passione, quando alimentata da esperienze e incontri significativi, possa fiorire in una carriera di successo. La sua storia è un promemoria che il percorso professionale di una persona può prendere molte direzioni, ma con dedizione si possono raggiungere gli obiettivi desiderati.

Giurista, esperto in legislazione alimentare italiana ed europea, specializzazione in etichettatura dei prodotti alimentari, tecnologie e processi produttivi di etichette e imballaggio.
Presta docenze e consulenze per Università, Associazioni e Aziende su tematiche di alto contenuto tecnico.
Direttore e fondatore della Label School, scuola online di etichetta e filiera.

Ha partecipato a numerosi eventi come relatore, nell’ambito della sicurezza alimentare, haccp, etichettatura dei prodotti alimentari e ambientale.

Sono nata e cresciuta in Puglia dove nel 2019 ho conseguito la Laurea in Giurisprudenza. Ho poi frequentato un Master Universitario specializzandomi nella docenza delle materie giuridico-economiche. Dal 2020 lavoro in un’Associazione di Promozione Sociale specializzata nell’ambito della tutela della famiglia.

La sua carriera di chef è stata un viaggio incredibile, un percorso costellato di esperienze che hanno arricchito il suo bagaglio professionale e personale. Dalle cucine tradizionali, dove ha affinato le tecniche classiche e imparato l'importanza della qualità degli ingredienti, è passato a ruoli che mi hanno visto innovare e sperimentare, spingendolo oltre i confini della cucina convenzionale. Come consulente, ha avuto l'opportunità di trasmettere la mia passione e il mio sapere, aiutando ristoranti a nascere e crescere, e sviluppando prodotti che rispecchiano la sua filosofia culinaria. Ogni ricetta è una storia, ogni piatto un'opera d'arte che racchiude la dedizione e la creatività che ho messo nel suo lavoro per oltre tre decenni.

Quality and Enviromental Manager per Aviapartner Italia Soc. Multinazionale Belga, è Formatore Qualificato ENAC e AIFOS. Grazie alla sua esperienza trentennale come Responsabile HR e dell’organizzazione dei processi industriali per la compagnia aerea Alitalia e come Quality Auditor per Blue Panorama, vanta elevate competenze tecniche dal Project & Risk management all’Aviation security, dal Ground Handling ai regolamenti EASA, ECAC, ICAO e IATA.

Documento generato in data 23/06/2024 le informazioni aggiornate sul percorso formativo sono disponibili online a questo link: https://italianfoodacademy.com/corsi/specializzazione-in-cucina-molecolare/
it_IT

L’eccellenza da oggi conviene di più

Grazie al Bonus Chef puoi ottenere un credito fino ad un massimo di 6.000 euro per le spese sostenute nel 2021 e 2022 per la tua formazione professionale.  

Dal 27 febbraio 2023 sarà possibile presentare domanda al Ministero delle Imprese e del Made in Italy per il Bonus Chef.

CHE COS’É?

Il Bonus Chef 2023 consiste in un credito d’imposta del 40% (fino ad un massimo di 6.000 euro) riconosciuto sulle spese legate al settore della ristorazione a favore dei soggetti esercenti l’attività di cuoco professionista presso alberghi e ristoranti.

PER OTTENERE IL BONUS:

– bisogna aver sostenuto, tra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2022, una o più delle spese ritenute ammissibili al beneficio

– si deve essere residenti o stabiliti del territorio dello Stato;

– i soggetti richiedenti devono essere nel pieno godimento dei diritti civili.

LE SPESE AMMISSIBILI:

– Acquisto di beni strumentali durevoli (macchinari di classe energetica elevata per la conservazione, la lavorazione, la trasformazione e la cottura dei prodotti alimentari, strumenti e attrezzature professionali per la ristorazione)

– Partecipazione a corsi di aggiornamento professionale.

COME FUNZIONA IL BONUS CHEF 2023

Il credito del 40% è utilizzabile in compensazione mediante F24, che andrà presentato all’Agenzia delle Entrate. Il credito è esente da IRPEF e IRAP. 

È possibile, inoltre, la cessione del credito con il trasferimento dell’agevolazione ad altri soggetti, compresi gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari. 

💬 Serve aiuto?