Cibi gustosi e bevande deliziose, sapori e odori inebrianti racchiusi all’interno di un libretto che descrive la tua offerta ristorativa. Il Menù è una sorta di sfiziosa vetrina per ogni locale: deve saper incuriosire e offrire soluzioni ai desideri del cliente, ma anche accogliere in maniera confortevole l’avventore già in parte conquistato dalla struttura della tua attività.
Il Menù rappresenta dunque il “momento-verità”, la testimonianza scritta di ciò che il tuo ristorante ha da proporre; è il racconto dettagliato della tua offerta ristorativa. È, in sostanza, il più potente strumento di vendita, branding e promozione di cui tu disponga. Progettare un Menù non è quindi un compito semplice o banale, ma un’attività che va studiata e realizzata con cura e poi costantemente aggiornata.
Ma quali sono i requisiti che deve necessariamente avere un Menù?

Menù: il peso della scelta

Prima di essere uno strumento di vendita, il Menù è l’ingrediente principale della tua comunicazione, l’interfaccia del tuo brand. Esistono regole ben precise per realizzare un Menù che convinca e che lasci il segno.
Innanzitutto, il Menù deve avere il peso giusto: se il tuo è un ristorante elegante e di classe, il Menù deve saper trasmettere tutto il “peso” e la consistenza della tua offerta (senza esagerare, ovviamente!). Se invece gestisci un’osteria o una tavola calda e simili, saranno perfetti toni informali e leggeri.
Anche la scelta dei caratteri deve essere adeguata al tipo di attività e al suo stile. In ogni caso, è sempre meglio evitare font troppo elaborati e di difficile lettura. Il cliente non deve di certo interpretare le descrizioni dei piatti, ma scegliere agevolmente ciò che desidera leggendo e valutando le descrizioni riportate nero su bianco. Semplice, no?

Nomi e colori

I colori sono in grado di trasmettere emozioni e sensazioni, dunque anche il colore del Menù non va di certo trascurato. Va in effetti adattato allo stile del tuo locale e al tipo di clientela. Usa colori freschi e vivaci se il tuo locale si rivolge soprattutto ai giovani, mentre, se il tuo è un locale elegante, scegli i colori pastello.
Cerca inoltre di rendere i tuoi manicaretti sempre attraenti e accattivanti, e non solo al momento di disporli scenograficamente nei piatti. È bene che i nomi delle pietanze presenti sul tuo Menù sappiano incuriosire e trasmettere al cliente un’idea preparatoria di quell’esperienza gustativa. Stimola il desiderio del tuo ospite: non parlare di “insalata mista”, ad esempio, ma di “mix di insalata fresca di stagione”, in modo da dare l’idea degli ingredienti e dei profumi che l’avventore potrà assaporare scegliendo proprio quell’insalata.

Origine dei prodotti e prezzi

Se i tuoi prodotti hanno una particolare caratteristica, è sempre bene specificarlo nel Menù. Se, ad esempio, le tue verdure sono a chilometro zero, perchè non far sapere al cliente che, scegliendole, potrà mangiare qualcosa di salutare e coltivato in zona? Crea storytelling delle tue proposte culinarie, magari anche sulle tue pagine social: se, ad esempio, le fragole sui tuoi dolci sono coltivate in maniera sostenibile, raccontane la storia per emozionare maggiormente il tuo cliente.
Argomento prezzi: spinoso ma importantissimo. Evita di sistemarli in colonna e di utilizzare i decimali: il trucchetto da 9,99 € non funziona, anzi, il cliente si sentirà preso in giro. Utilizza prezzi definiti e decisi, inserendoli al termine della descrizione del prodotto e non come un triste e freddo numero solitario incolonnato assieme a tutti gli altri.

Come collocare i piatti nel Menù?

In bella vista, inserisci innanzitutto il piatto che si vende maggiormente, poi i prodotti che vuoi promuovere. Il cliente, infatti, quando scorre visivamente il Menù, legge fino a trovare qualcosa che gli è familiare e, una volta individuato, inizierà ad esplorare con curiosità tutto il resto, tranquillizzato dall’aver già trovato un “porto sicuro” e desideroso, pertanto, di esplorare liberamente tutte le altre proposte presenti.

Il Menù e la sua complessità

Insomma, occorre trovare un equilibrio tra mille stili e tante possibili disposizioni, un impegno non da poco e che richiede consapevolezza e preparazione. Il Menù engineering è una vera e propria disciplina che fornisce una conoscenza approfondita e dettagliata di tali tematiche. Una disciplina tutta da studiare e analizzare se si desidera dare carattere alla propria offerta ristorativa, promuovendola in
maniera efficiente. L’offerta formativa IFA prevede un corso specifico in Food Cost e Menù engineering che ti permetterà di scoprire dettagli essenziali per compiacere il tuo cliente, tra teoria ed esercitazioni pratiche, sistemi gestionali e concetti di neuromarketing. Per migliorarsi e aggiornarsi, per crescere professionalmente e dare nuova linfa vitale al proprio brand.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

Pasticceria Giapponese: i dolci tipici - Italian Food Academymenu-online-e-offline-italian-food-academy.jpg
💬 Serve aiuto?