DAL NOSTRO
FOODBLOG

Personal Food Shopper: iscriviti al corso online di IFA

20 Maggio 2020
corso-online-personal-food-shopper-italian-food-academy
Contenuti

Il Personal Food Shopper e la promozione di un territorio

Quella del personal food shopper è una figura professionale relativamente recente, che sta riscontrando, soprattutto negli ultimi tempi e nel nostro Paese in particolare, un grande successo. Si tratta una guida particolare che conduce turisti e appassionati gourmand alla scoperta delle eccellenze di un posto. Oltre ad essere esperte del patrimonio artistico, culturale e delle tradizioni, il personal food shopper conosce perfettamente la cucina italiana e regionale, e conducono i turisti e gli appassionati di food alla scoperta delle tipicità e delle prelibatezze locali, delle boutique dei sapori, cantine, frantoi, acetaie e, soprattutto, dei migliori bar, ristornati, pasticcerie, agriturismi e locali della zona di sua competenza.

La sua attività, quindi, consiste nella valorizzazione turistica dei prodotti enogastronomici del nostro Paese, diffondendo una vera e propria cultura alimentare, aiutando nell’acquisto dei prodotti e informando o raccontando degli stessi e del loro utilizzo in ricette storiche o in tecniche di conservazione tipiche di un luogo.

Il Personal Food Shopper è un promotore della cultura di una regione o di un paese attraverso i suoi sapori tradizionali, che spesso si sposano anche con filosofie e approcci innovativi, magari legati a nuovi metodi di produzione sempre più green e rispettose dell’ambiente o delle piccole filiere.

Il Corso per Personal Food Shopper online di IFA

Italian Food Academy, ente di formazione nel settore food, organizza corsi per Personal Food Shopper Online e in aula con l’obiettivo di fornire tutte le competenze organizzative e comunicative necessarie a “raccontare” i percorsi enogastronomici, nonchè ad organizzarli e promuoverli. Il programma didattico è completo e tratta diversi argomenti, tra cui:

  • Legislazione e diritto d’autore
  • Sociologia del turismo
  • Il punto di vista del turista
  • Scrittura creativa e saper comunicare e narrare
  • Cenni sulla denominazione
  • Cenni di classificazione ed etichettatura prodotti
  • Inquadramento figura professionale
  • Mappatura enogastronomica e territoriale
  • Produzione e consumi agroalimentari
  • Sostenibilità e biodiversità
  • Simulazione su un percorso enogastronomici ideale
  • Organizzazione eventi enogastronomici
  • Web Communication e creazione pagina facebook
  • Customer satisfaction
  • Piano marketing (B2B)
  • Piano comunicazione

Oltre al certificato di partecipazione al corso, inoltre, i partecipanti potranno conseguire anche l’importante Certificato HACCP di 3° Livello, che riguarda gli addetti generici non manipolatori, che svolgono attività con un profilo di rischio alimentare medio-basso. Compila il form e ti richiameremo per fornirti, senza impegno, tutte le informazioni utili su date dei corsi, prezzo, programmi, docenti, materiale didattico fornito e sbocchi lavorativi.

Vuoi avere maggiori informazioni sui nostri master e corsi?

Logo IFA

Accademia di Alta Cucina e Food Management

FOODBLOG
it_IT

L’eccellenza da oggi conviene di più

Grazie al Bonus Chef puoi ottenere un credito fino ad un massimo di 6.000 euro per le spese sostenute nel 2021 e 2022 per la tua formazione professionale.  

Dal 27 febbraio 2023 sarà possibile presentare domanda al Ministero delle Imprese e del Made in Italy per il Bonus Chef.

CHE COS’É?

Il Bonus Chef 2023 consiste in un credito d’imposta del 40% (fino ad un massimo di 6.000 euro) riconosciuto sulle spese legate al settore della ristorazione a favore dei soggetti esercenti l’attività di cuoco professionista presso alberghi e ristoranti.

PER OTTENERE IL BONUS:

– bisogna aver sostenuto, tra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2022, una o più delle spese ritenute ammissibili al beneficio

– si deve essere residenti o stabiliti del territorio dello Stato;

– i soggetti richiedenti devono essere nel pieno godimento dei diritti civili.

LE SPESE AMMISSIBILI:

– Acquisto di beni strumentali durevoli (macchinari di classe energetica elevata per la conservazione, la lavorazione, la trasformazione e la cottura dei prodotti alimentari, strumenti e attrezzature professionali per la ristorazione)

– Partecipazione a corsi di aggiornamento professionale.

COME FUNZIONA IL BONUS CHEF 2023

Il credito del 40% è utilizzabile in compensazione mediante F24, che andrà presentato all’Agenzia delle Entrate. Il credito è esente da IRPEF e IRAP. 

È possibile, inoltre, la cessione del credito con il trasferimento dell’agevolazione ad altri soggetti, compresi gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari. 

💬 Serve aiuto?