DAL NOSTRO
FOODBLOG

Provocare, sorprendere e deliziare con i corsi di cucina molecolare

24 Novembre 2022
Contenuti

Il ruolo dello chef – alchimista che ama creare ricette esplosive

Da disciplina empirica a vera e propria scienza: gli chef della cucina molecolare non studiano soltanto le ricette ma i diversi aspetti del cibo, come la fisica, partendo dal presupposto che la qualità delle materie prime sia la migliore in assoluto. Fare cucina molecolare, per uno chef, significa cambiare la forma degli ingredienti in modo spettacolare.

Fare cucina molecolare significa sperimentare nuove tecniche culinarie che, attraverso lo studio approfondito della composizione chimica degli alimenti e fisica dei procedimenti di cottura, portano a destrutturare la tradizionale immagine e consistenza dei cibi, senza alternarne le caratteristiche organolettiche e i principi nutrizionali.

La cucina molecolare raccontata da Ettore Bocchia

La cucina del Mistral, il ristorante stellato del Grand Hotel Villa Serbelloni di Bellagio con vista sul lago di Como, è il regno dello stimato fondatore e promotore della cucina molecolare in Italia: Ettore Bocchia. In opposizione a Ferran Adrià, chef pluristellato spagnolo, che impiega la cucina molecolare per stupire con effetti scenografici inaspettati gli ospiti del suo ristorante, Ettore Bocchia utilizza invece la scienza per incrementare il livello di qualità del cibo: la concezione di Bocchia è quella di ottimizzare la composizione dei cibi per esaltare fino all’eccellenza il loro sapore naturale. Bocchia non si limita a destrutturare: è andato dentro la materia, l’ha studiata, scomposta e poi ricomposta.

L’eccellenza e la qualità sono riferimenti, l’emozione, punto di arrivo.

Il corso di specializzazione in cucina molecolare di Italian Food Academy

L’istituto Italian Food Academy si propone di organizzare i migliori percorsi formativi nel settore Food. Master e Corsi di specializzazione nelle più importanti discipline culinarie, seguendo le ultime tendenze del settore e avvalendosi di grandi maestri della cucina italiana e internazionale. L’obiettivo di Italian Food Academy è quello di formare professionisti in grado di inserirsi nel mondo lavorativo nel modo più rapido possibile. Tra i corsi proposti dalla scuola, c’è il Corso di specializzazione in cucina molecolare, un percorso che fornisce tutte le tecniche e le conoscenze per incantare e stupire grazie all’applicazione della scienza culinaria ai metodi di cottura. Il corso si snoda in due fasi: la prima, di studio su testi e piattaforme e online, e la seconda di full immersion in laboratorio a Milano o a Roma. Al termine del corso, ai partecipanti verrà rilasciato il Certificato HACCP di 3° livello. Scarica la brochure e prenota un colloquio con noi per maggiori informazioni!

Vuoi avere maggiori informazioni sui nostri master e corsi?

Logo IFA

Accademia di Alta Cucina e Food Management

FOODBLOG
it_IT

L’eccellenza da oggi conviene di più

Grazie al Bonus Chef puoi ottenere un credito fino ad un massimo di 6.000 euro per le spese sostenute nel 2021 e 2022 per la tua formazione professionale.  

Dal 27 febbraio 2023 sarà possibile presentare domanda al Ministero delle Imprese e del Made in Italy per il Bonus Chef.

CHE COS’É?

Il Bonus Chef 2023 consiste in un credito d’imposta del 40% (fino ad un massimo di 6.000 euro) riconosciuto sulle spese legate al settore della ristorazione a favore dei soggetti esercenti l’attività di cuoco professionista presso alberghi e ristoranti.

PER OTTENERE IL BONUS:

– bisogna aver sostenuto, tra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2022, una o più delle spese ritenute ammissibili al beneficio

– si deve essere residenti o stabiliti del territorio dello Stato;

– i soggetti richiedenti devono essere nel pieno godimento dei diritti civili.

LE SPESE AMMISSIBILI:

– Acquisto di beni strumentali durevoli (macchinari di classe energetica elevata per la conservazione, la lavorazione, la trasformazione e la cottura dei prodotti alimentari, strumenti e attrezzature professionali per la ristorazione)

– Partecipazione a corsi di aggiornamento professionale.

COME FUNZIONA IL BONUS CHEF 2023

Il credito del 40% è utilizzabile in compensazione mediante F24, che andrà presentato all’Agenzia delle Entrate. Il credito è esente da IRPEF e IRAP. 

È possibile, inoltre, la cessione del credito con il trasferimento dell’agevolazione ad altri soggetti, compresi gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari. 

💬 Serve aiuto?