Di Cucina Giapponese si parla sempre in maniera poco approfondita, per questo Italian Food Academy ha pensato ad una sorta di guida sulla tradizione culinaria nipponica  in cui potrete trovare curiosità e regole legate a questo mondo.

Qui troverai tutto quello che devi sapere sulle mille peculiarità della Cucina Giapponese.

Tutto sulla cucina giapponese: cosa rende unica questa cultura gastronomica 

La cucina giapponese è probabilmente la cucina asiatica più diffusa  e conosciuta in occidente. Se la cucina tradizionale viene definita washoku, quella di ispirazione più occidentale e quindi più moderna viene chiamata yōshoku.

Il primo ingrediente a cui pensiamo è certamente il riso, ma sono molto diffusi anche la pasta, soprattutto in formati lunghi, il pesce, le verdure e i legumi, il tutto condito abbondantemente con particolari spezie.

La carne, poco utilizzata in realtà, è protagonista solo dei piatti d’importazione.

Le portate vengono servite tutte in contemporanea, a testimoniare la convivialità di questa cultura e, addirittura, molte pietanze vengono cucinate direttamente al tavolo.

La longevità dei giapponesi è legata in larga parte alla loro cucina salutare e molto bilanciata, caratteristiche che rendono unica la cucina giapponese.

La cucina giapponese: tutto quello che devi sapere-IFA

Piatti tipici della cucina giapponese

Chiariamo: l’all you can eat sotto casa non rappresenta appieno questa tradizione culinaria fatta di storia e antichi rituali.

I piatti tipici della cucina giapponese sono: il sushi, il sashimi, e ramen , ma non solo, perché troviamo anche  udon e soba, tofu e nattō.

Vediamone insieme alcuni.

1. Sushi e sashimi

Conosciuti quasi più della stessa bandiera nazionale, Sushi e sashimi esistono in diverse varianti più o meno  tradizionali. Il sushi abbina una base di riso a pesce crudo o cotto, da intingere rigorosamente nella salsa di soia. Il sashimi, invece, è il corrispettivo del carpaccio di pesce nostrano.

2. Zuppa di Miso

La zuppa di Miso è la regina della tradizione culinaria nipponica e ogni famiglia ne conserva gelosamente la propria ricetta in cui alla pasta di soia si affiancano diverse tipologie di ingredienti, dalle verdure, al pesce.

3. Ramen

Anche qui parliamo di una zuppa ma, questa volta con spaghetti di farina di frumento.

4. Okonomiyaki

Una specie di frittata cucinata alla griglia a cui si può aggiungere qualsiasi  ingrediente.

5. Onigiri

Forse uno dei primi piatta d’asporto della storia, si tratta di polpette di riso farcite con pesce, carne o uova e avvolte nelle alghe.

6. Tempura

Una variante della pastella italiana, dalla croccantezza invidiabile, pronta per avvolgere pesce, verdura o carne.

7. Shabu shabu

Ancora una zuppa ma in questo caso arricchita con fette di carne, funghi verdure e tofu.

8. Udon

Spaghetti di farina integrale, che si servono con brodo e contorni.

9. Fugu

Più noto come pesce palla è conosciuto anche in occidente perché la sua preparazione richiede maestria e attenzione: è velenosissimo.

La cucina giapponese: tutto quello che devi sapere-IFA

Ingredienti della cucina giapponese

La cucina nipponica si caratterizza per molti ingredienti particolari  impossibili da sostituire con altri. Parliamo di componenti come il riso per sushi, l’aceto di riso, le alghe nori, mirin, wasabi, salsa di soia, dashi, olio di sesamo, tofu, funghi. Per un elenco completo degli alimenti immancabili nella dispensa giapponese leggi l’articolo completo qui.

Utensili della cucina giapponese

Sono numerosissimi gli strumenti della cucina giapponese che vengono impiegati nelle preparazioni tradizionali. Oltre alle famose bacchette, sono indispensabili ciotole, pentole in terracotta e porta pranzo.

Vediamo gli utensili della cucina giapponese indispensabili.

1. Bacchette

Diffuse in tutta l’Asia orientale, da paese a paese variano la loro forma e le dimensioni.

2. Donabe

Una pentola in terracotta da utilizzare a diretto contatto con la fiamma viva. Grazie alla porosità del materiale il calore si mantiene a lungo e la lenta cottura che ne deriva contribuisce a insaporire il contenuto.

3. Tamagoyaki nabe

Utilizzate nella preparazione della colazione in particolare, sono padelle dalla forma rettangolare in cui realizzare una specie di omelette.

4. Bentō

I famosi contenitori portapranzo, da preparare in casa o da acquistare già pronti.

Il Corso di cucina giapponese di IFA

Se anche tu vuoi apprendere l’antica arte della cucina giapponese per passione o per trasformare il tuo interesse in lavoro IFA ha la soluzione ideale.

Il Corso di Cucina Giapponese di Italian Food Academy ti darà modo di conoscere un docente d’eccezione: lo chef Hirohiko Shoda.

Il percorso, in modalità full time, insegna a preparare i piatti tipici della tradizione nipponica; non solo sushi, ma piatti caldi, come le zuppe, e tipologie di bevande tra cui l’immancabile sakè.

Avrai la possibilità di  conseguire il Certificato HACCP di 3° Livello, l’attestato privato di frequenza al Corso e l’attestato di Stage.

Compila il form e verrai ricontattato entro pochi giorni per ricevere tutte le informazioni che desideri.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

washoku cucina giapponese italian food academyPasticceria Giapponese: i dolci tipici - Italian Food Academy