DAL NOSTRO
FOODBLOG

Viticoltura: i difetti del vino

11 Luglio 2019
difetti olfattivi del vino italian food academy
Contenuti

Anche il vino ha i suoi difetti! Al di là di quella che può essere un’espressione romantica legata ad un prodotto, i difetti olfattivi del vino esistono davvero e sono diversi e hanno varia natura.

Difetti olfattivi del legno.

Sono difetti legati alla permanenza del vino in botti vecchie e poco curate, dove si sono formate muffe, funghi e ceppi batterici (attinomiceti), che conferiscono al vino i caratteristici difetti olfattivi, tra i quali il classico odore di legno marcio.

Altri difetti si riferiscono al tappo. Tant’è vero che oggi molte aziende propongono materiali alternativi al sughero per la chiusura delle bottiglie.
Il sughero è infatti una sostanza complessa che, anche dopo energici trattamenti, conserva un potere nutrizionale non indifferente dal punto di vista biologico.
La lavorazione di questo materiale porta a sviluppare la presenza di composti che conferiscono al vino odori quali fungo, muffa, sporco, cartone bagnato, fenolico, affumicato, medicinale, metallico, ecc.

Altri difetti del vino.

Gli altri difetti del vino sono:

  • Odore di geranio – Dovuto alla degradazione dell’acido sorbico che viene utilizzato come coadiuvante per il controllo delle rifermentazioni da parte dei lieviti ma è assolutamente inefficace verso i batteri;
  • Gusto di topo – Dovuto a lattobacilli e brettanomyces che attaccano alcuni composti costituiti da glucosio e prolina;
  • Gusto di mandorla amara – Dovuto alla formazione di aldeide benzoica che si può formare con la macerazione carbonica o da residui benzilici utilizzati nei trattamenti epossidici delle vasche
    o da materiali utilizzati come coadiuvanti di filtrazione;
  • Gusto metallico – Dovuto alla presenza in eccesso di cationi metallici in soluzione, come: Rame, Ferro, Zinco, Cadmio, Piombo;
  • Carattere di svanito – Dovuto alla presenza di aldeide acetica che si forma dall’alcool etilico in presenza di ossigeno: odore caratteristico ci ricorda la mela imbrunita dopo essere stata tagliata.
  • Odore di animale, cuoio, sudore di cavallo, stalla, farmacia, affumicato, resinoso – Imputabile a contaminazione microbiologica dei generi.

Diventa un esperto di vino con il Master in Viticoltura e Marketing del vino di Italian Food Academy: scopri programmi, docenti e date del percorso didattico.

Vuoi avere maggiori informazioni sui nostri master e corsi?

Logo IFA

Accademia di Alta Cucina e Food Management

FOODBLOG
it_IT

L’eccellenza da oggi conviene di più

Grazie al Bonus Chef puoi ottenere un credito fino ad un massimo di 6.000 euro per le spese sostenute nel 2021 e 2022 per la tua formazione professionale.  

Dal 27 febbraio 2023 sarà possibile presentare domanda al Ministero delle Imprese e del Made in Italy per il Bonus Chef.

CHE COS’É?

Il Bonus Chef 2023 consiste in un credito d’imposta del 40% (fino ad un massimo di 6.000 euro) riconosciuto sulle spese legate al settore della ristorazione a favore dei soggetti esercenti l’attività di cuoco professionista presso alberghi e ristoranti.

PER OTTENERE IL BONUS:

– bisogna aver sostenuto, tra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2022, una o più delle spese ritenute ammissibili al beneficio

– si deve essere residenti o stabiliti del territorio dello Stato;

– i soggetti richiedenti devono essere nel pieno godimento dei diritti civili.

LE SPESE AMMISSIBILI:

– Acquisto di beni strumentali durevoli (macchinari di classe energetica elevata per la conservazione, la lavorazione, la trasformazione e la cottura dei prodotti alimentari, strumenti e attrezzature professionali per la ristorazione)

– Partecipazione a corsi di aggiornamento professionale.

COME FUNZIONA IL BONUS CHEF 2023

Il credito del 40% è utilizzabile in compensazione mediante F24, che andrà presentato all’Agenzia delle Entrate. Il credito è esente da IRPEF e IRAP. 

È possibile, inoltre, la cessione del credito con il trasferimento dell’agevolazione ad altri soggetti, compresi gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari. 

💬 Serve aiuto?