DAL NOSTRO
FOODBLOG

Lo street food giapponese: i piatti più popolari.

5 Dicembre 2018
street food giapponese italian food academy
Contenuti
Se sei un appassionato di questo settore e desideri trasformare la tua passione in lavoro, scopri i nostri Master e Corsi di formazione: Clicca qui.

Anche in Giappone, il cibo di strada rappresenta una parte importante della cultura del Paese, segnandone l’identità in maniera tanto forte da essere entrato anche nell’immaginario comune trasmesso dal cinema, dalla letteratura, dal fumetto e dai cartoon.
Mercati e templi si affollano di stand che offrono specialità all’aperto durante tutto l’anno, offrendo succulente specialità.
Ma quali sono i piatti dello street food nipponico più conosciuti al mondo?

Gli spiedini giapponesi

street food giapponese italian food academy 2

Sono famosissimi nel mondo e rappresentano il cibo di strada per eccellenza. Sono gli spiedini giapponesi, piccole delizie preparate alla piastra che prendono nomi diversi a seconda della materia prima:

  • ikayaki, spiedini con un piccolo calamaro intero
  • shioyaki, con sgombri grigliati
  • yakitori, spiedini di pollo per i quali si utilizza anche pelle e interiora, a seconda dei gusti del cliente

Nikuman

Per il Nikuman non si usano né spiedini né bacchette. Si tratta, infatti, si panini pallidi e morbidi, dall’aspetto poco invitante per il vero, ma buonissimi. Al loro interno vi è un ripieno di carne di manzo o maiale, cotto al vapore insieme all’impasto, che può essere salato con curcuma e curry giapponese (speziato, ma non piccante) o moderatamente dolci, ripieno di fagioli dolci.

sreet food giapponese italian food academy 3

Onigiri

onigiri ifa

Li abbiamo visti in ogni cartone animato degli anni ’80 o nei manga. L’Onigiri è il simbolo di una cultura popolare giapponese, che consuma un pasto leggero, veloce ed economico.
Si tratta di polpette di riso avvolte in alga nori e con una grande varietà di ripieni:

  • pesce
  • maiale
  • verdure
  • frutta secca, dolciastro e senza l’alga

L’alga permette di prendere la polpetta di riso senza toccarla con le mani. Gli onigiri in Giappone sono diffusissimi, venduti tanto da stand e negozi specializzati quanto dai konbini, ovvero minimarket aperti 24 ore su 24.

street food giapponese nitalian food academy 1

Bento

Il bento è un pasto veloce, da consumare all’aperto o in ufficio, un pranzo confezionato con eleganza che comprende riso, udon o soba, pesce o carne, uova, a volte tempura e verdurine sottoaceto.

bento ifa

Dorayaki

I dorayaki sono panini dolci ma non troppo, farciti con marmellata di fagioli rossi azuki. Sono composti da due frittelle cotte sulla piastra e assomigliano molto alle crépes o ai pancake.
A volte possono avere la forma di una crepes arrotolata e, per chi è di quella generazione, sono il dolce preferito di Doraemon.

dorayaki ifa

I dango

Sono gnocchi di riso glutinoso, serviti su spiedini e insaporiti con fagioli rossi, tè verde o con una salsa a base di soia.

street food giapponese italian food academy 0

Un assaggio dello street food giapponese.

Japanese Lucky Rake Fair with Many Stalls at Kawaguchi Shrine [iPhone 4S/HD] from ohayuni71 on Vimeo.

Vuoi avere maggiori informazioni sui nostri master e corsi?

L’eccellenza da oggi conviene di più

Grazie al Bonus Chef puoi ottenere un credito fino ad un massimo di 6.000 euro per le spese sostenute nel 2021 e 2022 per la tua formazione professionale.  

Dal 27 febbraio 2023 sarà possibile presentare domanda al Ministero delle Imprese e del Made in Italy per il Bonus Chef.

CHE COS’É?

Il Bonus Chef 2023 consiste in un credito d’imposta del 40% (fino ad un massimo di 6.000 euro) riconosciuto sulle spese legate al settore della ristorazione a favore dei soggetti esercenti l’attività di cuoco professionista presso alberghi e ristoranti.

PER OTTENERE IL BONUS:

– bisogna aver sostenuto, tra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2022, una o più delle spese ritenute ammissibili al beneficio

– si deve essere residenti o stabiliti del territorio dello Stato;

– i soggetti richiedenti devono essere nel pieno godimento dei diritti civili.

LE SPESE AMMISSIBILI:

– Acquisto di beni strumentali durevoli (macchinari di classe energetica elevata per la conservazione, la lavorazione, la trasformazione e la cottura dei prodotti alimentari, strumenti e attrezzature professionali per la ristorazione)

– Partecipazione a corsi di aggiornamento professionale.

COME FUNZIONA IL BONUS CHEF 2023

Il credito del 40% è utilizzabile in compensazione mediante F24, che andrà presentato all’Agenzia delle Entrate. Il credito è esente da IRPEF e IRAP. 

È possibile, inoltre, la cessione del credito con il trasferimento dell’agevolazione ad altri soggetti, compresi gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari. 

💬 Serve aiuto?