DAL NOSTRO
FOODBLOG

Food Styling: alcuni strumenti utili per preparare un set di Food Photography.

13 Novembre 2018
italian food academy food stylist strumenti
Contenuti

Chi è il Food Stylist.

Il Food Stylist è un artista, che spesso ha alle spalle una formazione culinaria, il cui lavoro consiste nel rendere il cibo fresco e appetitoso da fotografare.
Questo professionista, che lavora a stretto contatto con il Food Photographer, conosce molto bene come si comportano i cibi, nonchè i trucchi e le tecniche per creare piatti bellissimi, senza compromettere o contaminare l’integrità del piatto.

Premettendo che non esiste un modo giusto o sbagliato di fare lo styling del cibo e che molto cambia a seconda dei gusti e del fotografo e del risultato che si vuole raggiungere, sicuramente importanti sono gli “strumenti del mestiere”.
Esistono degli strumenti di base che si usano spesso:

1. Le pinzette.

Servono per posizionare i piccoli ingredienti, difficili da spostare a mani nude, quali foglioline di menta, semi di sesamo, chicchi di riso ecc… Inoltre, vengono utilizzate tantissimo per riposizionare le cose sul piatto.

strumenti food stylist italian food academy

2. Ciotole e pirottini.

Sono utilissimi per contenere le guarnizioni e salse a portata di mano. Possono servire anche ad aumentare il volume dei cibi.

3. Tovaglioli di carta.

Servono a pulire le gocce dai piatti e possono essere utilizzati sotto il piatto per catturare eventuali sgocciolamenti.

4. Cucchiai di plastica.

Servono per mescolare le salse, applicarle nei piatti e, data la loro leggerezza, vengono maneggiati con più facilità rispetto a quelli di metallo.

5. Acqua.

L’acqua a spray serve per dare un tocco di freschezza in più ai cibi, soprattutto frutta e verdura, dando un effetto “rugiada”, molto suggestivo poi nelle foto.

6. Grattugia e rigalimoni.

Servono per dare un tocco sui piatti di materia, che viene distribuita in modo uniforme.

strumenti food astylist italian food academy 1

Vuoi avere maggiori informazioni sui nostri master e corsi?

L’eccellenza da oggi conviene di più

Grazie al Bonus Chef puoi ottenere un credito fino ad un massimo di 6.000 euro per le spese sostenute nel 2021 e 2022 per la tua formazione professionale.  

Dal 27 febbraio 2023 sarà possibile presentare domanda al Ministero delle Imprese e del Made in Italy per il Bonus Chef.

CHE COS’É?

Il Bonus Chef 2023 consiste in un credito d’imposta del 40% (fino ad un massimo di 6.000 euro) riconosciuto sulle spese legate al settore della ristorazione a favore dei soggetti esercenti l’attività di cuoco professionista presso alberghi e ristoranti.

PER OTTENERE IL BONUS:

– bisogna aver sostenuto, tra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2022, una o più delle spese ritenute ammissibili al beneficio

– si deve essere residenti o stabiliti del territorio dello Stato;

– i soggetti richiedenti devono essere nel pieno godimento dei diritti civili.

LE SPESE AMMISSIBILI:

– Acquisto di beni strumentali durevoli (macchinari di classe energetica elevata per la conservazione, la lavorazione, la trasformazione e la cottura dei prodotti alimentari, strumenti e attrezzature professionali per la ristorazione)

– Partecipazione a corsi di aggiornamento professionale.

COME FUNZIONA IL BONUS CHEF 2023

Il credito del 40% è utilizzabile in compensazione mediante F24, che andrà presentato all’Agenzia delle Entrate. Il credito è esente da IRPEF e IRAP. 

È possibile, inoltre, la cessione del credito con il trasferimento dell’agevolazione ad altri soggetti, compresi gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari. 

💬 Serve aiuto?