DAL NOSTRO
FOODBLOG

Le mini torte di Rachel Dyke: dolcezze da guardare

26 Aprile 2017
Contenuti

A guardarle sembrano delle piccole sculture da ammirare su una scrivania o sul tavolo da lavoro di un creativo. In realtà le mini torte di Rachel Dyke (di cui parla http://www.incredibilia.it/mini-torte-arte/ ) sono delle vere e proprie delizie per il palato. La loro caratteristica è di essere grandi quanto il palmo di una mano o poco meno di un dito, ma sono perfette dal punto di vista estetico, dei veri e propri capolavori di cake design, curate in ogni particolare.
L’artista in questione è una decoratrice di dolci d’altissimo livello, che realizza delle torte spettacolari di piccole dimensioni, che sembrano uscite da una favola di Lewis Carroll.

Sono proprio le sue creazioni ad ispirare collezionisti e chef di tutto il mondo. Dopo aver lavorato per alcuni anni in pasticceria ed essersi specializzata nel cake design in miniatura, Rachel Dyke ha collezionato una serie di lavori fantasiosi e creativi, personali ed irripetibili.

Scopri i corsi di pasticceria e cake design di Italian Food Academy.

Vuoi avere maggiori informazioni sui nostri master e corsi?

Logo IFA

Accademia di Alta Cucina e Food Management

FOODBLOG
it_IT

L’eccellenza da oggi conviene di più

Grazie al Bonus Chef puoi ottenere un credito fino ad un massimo di 6.000 euro per le spese sostenute nel 2021 e 2022 per la tua formazione professionale.  

Dal 27 febbraio 2023 sarà possibile presentare domanda al Ministero delle Imprese e del Made in Italy per il Bonus Chef.

CHE COS’É?

Il Bonus Chef 2023 consiste in un credito d’imposta del 40% (fino ad un massimo di 6.000 euro) riconosciuto sulle spese legate al settore della ristorazione a favore dei soggetti esercenti l’attività di cuoco professionista presso alberghi e ristoranti.

PER OTTENERE IL BONUS:

– bisogna aver sostenuto, tra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2022, una o più delle spese ritenute ammissibili al beneficio

– si deve essere residenti o stabiliti del territorio dello Stato;

– i soggetti richiedenti devono essere nel pieno godimento dei diritti civili.

LE SPESE AMMISSIBILI:

– Acquisto di beni strumentali durevoli (macchinari di classe energetica elevata per la conservazione, la lavorazione, la trasformazione e la cottura dei prodotti alimentari, strumenti e attrezzature professionali per la ristorazione)

– Partecipazione a corsi di aggiornamento professionale.

COME FUNZIONA IL BONUS CHEF 2023

Il credito del 40% è utilizzabile in compensazione mediante F24, che andrà presentato all’Agenzia delle Entrate. Il credito è esente da IRPEF e IRAP. 

È possibile, inoltre, la cessione del credito con il trasferimento dell’agevolazione ad altri soggetti, compresi gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari. 

💬 Serve aiuto?