DAL NOSTRO
FOODBLOG

Italia Beer Festival: scendono in campo 300 birrifici italiani

3 Aprile 2017
Contenuti

Si è da poco conclusa la XXII edizione dell’Italia Beer Festival, la manifestazione italiana dedicata ai migliori birrifici del Paese. Dal 24 al 26 marzo, Milano si è trasformata nella capitale delle bionde e delle rosse artigianali, con appassionati del mondo brassicolo provenienti da tutta Europa a degustare le nuove birre artigianali. Tre giorni di appuntamenti, laboratori didattici, assaggi e concerti, workshop, live painting e degustazioni di birre, ma anche di tanti prodotti gastronomici come il panino al cavallo, la pizza gourmet e il fritto ascolano.

Ad alternarsi ben 300 birrifici, tra questi alcuni specializzati nella produzione di birra senza glutine: una nuova frontiera di business legato al food.
Tra balli caraibici e dance hall, con ospiti d’eccezione quali Ackeejuice Rockers, Dani Faiv e Attila, la manifestazione è stata un vero e proprio successo di pubblico, dimostrando il forte interesse nei confronti di un settore in ascesa.
All’Italian Beer Festival è infatti oggi dedicata una trasmissione su un canale Sky Tv e una rivista.

Vuoi avere maggiori informazioni sui nostri master e corsi?

Logo IFA

Accademia di Alta Cucina e Food Management

FOODBLOG
it_IT

L’eccellenza da oggi conviene di più

Grazie al Bonus Chef puoi ottenere un credito fino ad un massimo di 6.000 euro per le spese sostenute nel 2021 e 2022 per la tua formazione professionale.  

Dal 27 febbraio 2023 sarà possibile presentare domanda al Ministero delle Imprese e del Made in Italy per il Bonus Chef.

CHE COS’É?

Il Bonus Chef 2023 consiste in un credito d’imposta del 40% (fino ad un massimo di 6.000 euro) riconosciuto sulle spese legate al settore della ristorazione a favore dei soggetti esercenti l’attività di cuoco professionista presso alberghi e ristoranti.

PER OTTENERE IL BONUS:

– bisogna aver sostenuto, tra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2022, una o più delle spese ritenute ammissibili al beneficio

– si deve essere residenti o stabiliti del territorio dello Stato;

– i soggetti richiedenti devono essere nel pieno godimento dei diritti civili.

LE SPESE AMMISSIBILI:

– Acquisto di beni strumentali durevoli (macchinari di classe energetica elevata per la conservazione, la lavorazione, la trasformazione e la cottura dei prodotti alimentari, strumenti e attrezzature professionali per la ristorazione)

– Partecipazione a corsi di aggiornamento professionale.

COME FUNZIONA IL BONUS CHEF 2023

Il credito del 40% è utilizzabile in compensazione mediante F24, che andrà presentato all’Agenzia delle Entrate. Il credito è esente da IRPEF e IRAP. 

È possibile, inoltre, la cessione del credito con il trasferimento dell’agevolazione ad altri soggetti, compresi gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari. 

💬 Serve aiuto?