DAL NOSTRO
FOODBLOG

Toscana, terra di poeti, sapori e ricette straordinarie

28 Settembre 2023
toscana-speciale-cucina-regionale-italian-food-acacdemy
Contenuti

I suoi paesaggi mozzafiato sono diventati, nell’immaginario comune internazionale, il simbolo stesso dell’Italia. Antiche cascine che dominano le vallate circondate da ondulate colline coperte da uliveti e vigneti, strade abbracciate da lunghe file di cipressi, borghi arroccati sui colli circondati dalla natura, dove fanno mostra di sé piazze e strade lastricate di bianco, castelli e ville storiche immersi tra i rosso e il giallo di papaveri e girasoli… in un affascinante mosaico di elementi naturali e culturali che incantano chiunque lo incontri. 

Le pittoresche colline toscane, le città medievali e la maestosa campagna hanno ispirato generazioni di poeti, dando vita a versi che celebrano la bellezza della natura e dell’umanità.

Dante, Petrarca, Boccaccio sono soltanto i più famosi di una lunga schiera di poeti e scrittori che in questa terra hanno avuto i natali e da questa terra si sono lasciati incantare. Terra di poeti, artisti e cultura, la Toscana è straordinaria, non solo per le sue bellezze artistiche e paesaggistiche, ma anche per le sue ricette, che appartengono a un passato ricco di storia e leggende.

Non a caso è qui che è nato Leonardo Da Vinci, il padre, forse, della nouvelle cuisine. Leonardo da Vinci, noto soprattutto come uno dei più grandi geni dell’arte e della scienza nel Rinascimento italiano, ha influenzato la cucina toscana in modi significativi. Il suo interesse per l’osservazione accurata e la sperimentazione si estendeva anche al mondo culinario.

Oltre a una profonda comprensione dell’importanza degli ingredienti freschi e di alta qualità, che sono la base della cucina toscana, la sua connessione con la natura e la sua capacità di rappresentarla nei dettagli si riflettevano nella scelta di ingredienti locali e stagionali nelle sue preparazioni. A lui, appassionato di arte culinaria, si devono non solo sperimentazioni e invenzioni di macchine da utilizzare in cucina, ma anche ricette che per certi versi hanno innovato la tradizione gastronomica della regione.

Semplicità e autenticità: sono queste le caratteristiche della cucina toscana, che utilizza ingredienti freschi e di alta qualità in ogni preparazione. Uno dei piatti più emblematici della Toscana è la ribollita, una zuppa rustica a base di pane raffermo, cavolo nero, fagioli e olio d’oliva. Questa pietanza rappresenta l’essenza della cucina toscana, che valorizza gli ingredienti locali e la creatività nella preparazione.

Un altro piatto classico è la fiorentina, una succulenta bistecca di manzo cotta alla griglia. La carne viene marinata con erbe aromatiche e olio d’oliva prima di essere grigliata alla perfezione. Questo piatto è spesso accompagnato da fagioli cannellini e verdure grigliate, creando un pasto ricco e saporito.

La Toscana è anche famosa per i suoi formaggi, tra cui il pecorino, un formaggio a base di latte di pecora dal sapore deciso e complesso, spesso servito con miele o confetture per creare un equilibrio perfetto tra dolce e salato. Non si può poi parlare della cucina toscana senza menzionare il vino. La Toscana è una delle regioni vinicole più prestigiose al mondo, con una tradizione vinicola che risale a secoli fa. Vini celebri come il Chianti, il Brunello di Montalcino e il Vino Nobile di Montepulciano sono prodotti con uve locali e sono conosciuti per la loro complessità e raffinatezza.

E che dire della tradizione dolciaria? Copate, cantucci, ricciarelli, panforte e panpepato sono solo alcune delle tante leccornie toscane in cui trionfano miele, noci, mandorle e spezie, in un tripudio di profumi che portano con sé anche leggende e storie fantastiche.

La combinazione di sapori autentici, ingredienti di alta qualità e una tradizione culinaria ricca di storia rende la Toscana un luogo unico per gli amanti del cibo. In questo speciale vi porteremo alla scoperta di alcuni dei piatti più rinomati della tradizione culinaria della regione, per assaporare lentamente la cultura di questa straordinaria terra di poeti, artisti e sapori straordinari.

Vuoi avere maggiori informazioni sui nostri master e corsi?

Logo IFA

Accademia di Alta Cucina e Food Management

FOODBLOG
it_IT

L’eccellenza da oggi conviene di più

Grazie al Bonus Chef puoi ottenere un credito fino ad un massimo di 6.000 euro per le spese sostenute nel 2021 e 2022 per la tua formazione professionale.  

Dal 27 febbraio 2023 sarà possibile presentare domanda al Ministero delle Imprese e del Made in Italy per il Bonus Chef.

CHE COS’É?

Il Bonus Chef 2023 consiste in un credito d’imposta del 40% (fino ad un massimo di 6.000 euro) riconosciuto sulle spese legate al settore della ristorazione a favore dei soggetti esercenti l’attività di cuoco professionista presso alberghi e ristoranti.

PER OTTENERE IL BONUS:

– bisogna aver sostenuto, tra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2022, una o più delle spese ritenute ammissibili al beneficio

– si deve essere residenti o stabiliti del territorio dello Stato;

– i soggetti richiedenti devono essere nel pieno godimento dei diritti civili.

LE SPESE AMMISSIBILI:

– Acquisto di beni strumentali durevoli (macchinari di classe energetica elevata per la conservazione, la lavorazione, la trasformazione e la cottura dei prodotti alimentari, strumenti e attrezzature professionali per la ristorazione)

– Partecipazione a corsi di aggiornamento professionale.

COME FUNZIONA IL BONUS CHEF 2023

Il credito del 40% è utilizzabile in compensazione mediante F24, che andrà presentato all’Agenzia delle Entrate. Il credito è esente da IRPEF e IRAP. 

È possibile, inoltre, la cessione del credito con il trasferimento dell’agevolazione ad altri soggetti, compresi gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari. 

💬 Serve aiuto?